Ragazza riccia con ricci perfetti

I vostri capelli ricci vi sembrano più una condanna che un elemento di bellezza? Non sapete mai come prenderli e il risultato è una chioma floscia o crespa? E magari siete terrorizzate dall’idea di andare dal parrucchiere? Beh, la risposta a tutte queste situazioni è il Curly Girl Method, ormai diffuso in Italia dopo la sua «nascita» anni fa negli Stati Uniti. Si tratta di una tecnica ben articolata per lavare e coccolare nel miglior modo i capelli ricci: Cristiano, il nostro hair stylist, come al solito ti racconterà passo passo cosa fare per avere dei capelli ricci magnifici e croccanti, come dice lui.

Ragazza riccia con ricci perfetti

Cos’è il Curly Girl Method?

Il Curly Girl Method (che in inglese significa semplicemente «metodo per ragazze ricce») è un nuovo modo per gestire i capelli ricci ideato da Lorraine Massey, hair stylist che ha fondato i Devachan Salons: lei stessa è super riccia e cercava un metodo efficace per la cura quotidiana del capello riccio, senza trovarlo. Da questa necessità è nato allora il manuale The Curly Girl Hand Book che, pubblicato per la prima volta nel 2001, ebbe un grandissimo successo.

Per noi non è una rivoluzione lasciare i capelli ricci esprimere la loro bellezza naturale, ma per le donne negli Stati Uniti lo era: molte si sentivano costrette a lisciare i capelli con piastre o permanenti lisce, rovinando la loro chioma continuamente. Per non parlare poi di chi ha i ricci afro, che 9 volte su 10 porta parrucche per la difficoltà di gestirli.

Insomma, per le ragazze newyorkesi prima e poi di tutto il nord America, questo nuovo metodo ha significato capelli più sani e, soprattutto, accettare sé stessi e la propria bellezza naturale. Che poi, quale ragazza liscia non ha mai invidiato dei bei ricci corposi?

Come applicare il Curly Girl Method: che prodotti ci sono in Italia?

Passiamo nel vivo del metodo: i punti cardine del Curly Girl Method sono pochi, ma decisamente radicali. Si tratta di cambiare in toto le proprie abitudini, il modo di lavare e curare i capelli: sembra proprio valerne la pena, però, perché ovunque in rete e sui social il CGM sta avendo un successone!

Il manuale si apre con un primo passo che non piace a molte, cioè tagliare: proprio come per qualsiasi altro tipo di chioma- e come ripetiamo spesso – è importante tagliare tutte le parti rovinate del capello, o quanto meno spuntare la chioma in modo regolare, se proprio non volete tagliare troppo

  1. Una volta sistemata la struttura dei capelli, è ora dell’ultimo lavaggio: già, l’ultimo lavaggio dei capelli con il solito shampoo per poi abbandonarlo definitivamente. Attenzione, però: deve contenere solfati ma non siliconi
  2. Applicate a questo punto un prodotto riparatore, aiutando i vostri capelli a rigenerarsi; provate con la maschera ristrutturante Olaplex n°3 (qui nella versione di 250 ml): è un prodotto privo di siliconi, solfati, ftalati, DEA, aldeidi, glutine, alcool seccanti e cera, un’ottima cura per i capelli rovinati
  3. Dalla volta successiva lava i capelli con il metodo co-washing, che consiste nell’utilizzare il balsamo (sempre privo di siliconi, parabeni e alcool) al posto dello shampoo. L’alternativa è quella del lavaggio con il low-poo, cioè uno shampoo super delicato con ingredienti naturali: naturalmente né questo né il balsamo devono contenere solfati o altri tensioattivi aggressivi. Ad esempio, uno adatto è Curl Passion Shampoo di Milk Shake o Anti-Frizz Shampoo di Insight (come tutti i prodotti di questi due brand)

Dire addio allo shampoo tradizionale non sarà facile, soprattutto all’inizio dovrete perseverare: con il low-poo o il co-washing non si formerà di certo la schiuma a cui sei abituata e, per le prime settimane, i capelli non saranno così puliti perché dovranno abituarsi al cambiamento, ma poi siamo sicuri che vedrai la differenza.

Ragazza mora con capelli ricci che li raccoglie

Curly Girl Method: e dopo il lavaggio? Microfibra, aria e pazienza

A questo punto puoi decidere di utilizzare un prodotto di finishing, meglio se sui capelli ancora pieni d’acqua, per dare un po’ più di volume o lucentezza ai vostri ricci, e renderli ancora più «croccanti».
Asciugare i capelli per te diventerà un vero e proprio rito:

  • tampona i capelli con un asciugamano solo ed esclusivamente in microfibra: mi raccomando evita gli asciugamani in spugna, perché tendono ad assorbire troppa acqua, tendendo ad elettrizzare il capello e renderlo crespo
  • secondo il Curly Girl Method, dovresti lasciar asciugare i capelli all’aria. Se la vogliamo dire tutta, questo non è sempre fattibile, soprattutto d’inverno, dato che dovresti stare con la testa bagnata molto a lungo
  • l’alternativa – ripetiamo, non canonica, ma di buon senso – è quella di asciugare i capelli con il diffusore a bassa temperatura e bassa intensità, cercando di toccare il meno possibile i capelli. Se proprio sono tanti e pesanti allora raccogli le lunghezze dal basso verso l’alto a mano aperta «spingendoli» verso la nuca

Un altro piccolo trucco che ti vogliamo consigliare è quello di avvolgere i capelli in una cuffia di seta o di utilizzate una federa di seta per il tuo cuscino: vedrai che i tuoi capelli saranno perfetti anche il giorno dopo.
Conoscevi già questo metodo per i capelli ricci? Scommettiamo di no, ma tu faccelo sapere sul nostro canale Instagram @fyl_feelyourlook

Dai un’occhiata ai nostri prodotti bio naturali
Troverai quello giusto per i tuoi ricci